Scopri le nostre news

Puliamo il Mondo 2018

continua

Mal'Aria 2018 - Dossier completo

continua

Ambientiamoci - Qui nessuno è in trasferta!

continua

Comunicati stampa

Tornano le lenzuola bianche di Legambiente


Tornano le lenzuola bianche di Legambiente, diventiamo tutti volontari per natura contro l’emergenza smog!
Contro l’emergenza smog in Veneto tornano le lenzuola bianche di Legambiente, grazie a una delle campagne del progetto “Volontari x Natura”, nato per diffondere la cultura del volontariato e sviluppare la pratica della cittadinanza attiva. Il progetto è stato finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e si sta svolgendo in tredici regioni italiane.

continua

Comuni Ricicloni Veneto: Rovigo ancora maglia nera per produzione di rifiuti, Pontecchio Rifiuti Free


È stato presentato ieri 26 novembre alla Casa dei Carraresi di Treviso l'edizione 2018 del dossier Comuni Ricicloni Veneto, curata da Legambiente Veneto elaborando i dati della raccolta dei rifiuti certificati da ARPAV.
Il Veneto si conferma un'eccellenza, con 245 comuni “rifiuti free”, cioè con una produzione di secco residuo che non supera i 75 kg/ab eq. per anno.

continua

Ecosistema urbano: città di Rovigo perde 24 posti

Presentata la XXV edizione di Ecosistema Urbano 2018, il dossier che Legambiente e Ambiente Italia pubblica ogni anno, in collaborazione con il Sole24ore, per monitorare la qualità ambientale di tutti i capoluoghi italiani. Sono 17 i parametri ambientali rilevati nel 2017, i dati parlano di una Regione Veneto a due velocità, mettendo Rovigo all'ultimo posto.
A livello regionale fanno meglio di Rovigo, all'88esimo posto, tutti i capoluoghi: Belluno (sesta), Treviso (settima), Venezia (14esima) Vicenza (49esima), Padova (51esima) e Verona (67esima).

continua

I blocchi al traffico sono necessari per la salute dei cittadini

Legambiente: oltre ai blocchi del traffico servono ZTL, trasporto pubblico e zone 30

Sono 80.000 all’anno i decessi prematuri che colpiscono l’Italia a causa dell’inquinamento atmosferico e sono concentrati prevalentemente in pianura Padana: questo è il dato sconvolgente diffuso lo scorso anno dall’Agenzia Europea per l’Ambiente. La salute dei cittadini è messa a rischio da PM10, PM2,5, Ozono troposferico, NOx ecc. inquinanti che sono legati tra l’altro al traffico veicolare, alla produzione industriale ed al riscaldamento. L’Accordo di bacino padano interviene in quest’ambito per la prevenzione e la tutela della Salute dei cittadini che ogni Sindaco ha come priorità nel suo ruolo essendo il responsabile della salute pubblica.

continua