Puliamo il Mondo sulle orme di Alex Langer

Il neonato Circolo di Legambiente Rovigo “A. Langer” parte con la sua prima iniziativa: sabato 23 settembre sarà in campo con “Puliamo il mondo” assieme al Comitato Commenda Est.
Il ritrovo è alle 9.30 nei pressi della rotatoria di viale Benvenuto Tisi da Garofolo,
all'ingresso del mercato; l'iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza, vi parteciperanno anche dei richiedenti asilo che vivono da alcuni anni nella città veneta.

Come luogo di intervento si è scelto il quartiere Commenda, dove già da tempo il Comitato ha intrapreso interventi simili dimostrando una forte sensibilità ai temi ambientali; “Un'iniziativa”, dichiara il Comitato,” in continuità con le altre due giornate di pulizia promosse all’inizio dell’estate e a cui faranno seguito nuovi momenti di sensibilizzazione all’uso responsabile e rispetto dei beni e luoghi pubblici, ed alla quale invitiamo a partecipare tutti coloro che per qualche motivo hanno a cuore la nostra città”.
Sono venticinque anni che Legambiente organizza attività di pulizia con giovani e anziani, italiani e migranti, amministrazioni locali, imprese e scuole, tutti uniti da un obiettivo comune: rendere il nostro territorio un posto migliore. È uno strumento che l'associazione ha utilizzato negli anni per parlare dei temi più diversi: abusivismo edilizio e spazio urbano, periferie e disagio sociale, virtù civica e protagonismo dei cittadini, spreco alimentare e condivisione, legalità e pace, anche come rifiuto di ogni forma di terrorismo e di barriere di qualsiasi tipo.

“Puliamo il Mondo” rimane però soprattutto un gesto semplice da fare insieme per rinsaldare il rapporto tra ambiente e cittadini, comunità ed enti pubblici, scuole e famiglie.

Si tratta di un momento importante”, dice Giulia Bacchiega, presidente del circolo, “perché ci permette di tessere comunità: azioni come la pulizia del proprio quartiere, come forme di cittadinanza attiva su temi ambientali e di integrazione, dovrebbero essere buone pratiche quotidiane: ne è un esempio l'operato del Comitato Commenda Est che da tempo si muove in questa direzione”.

 


<< Torna indietro